Il fiore all’occhiello è un piccolo bouquet costituito da un fiore o fogliame. Sebbene il Galateo impone che lo stelo non sia appuntato ma infilato nell’asola, in realtà si preferisce utilizzare le spille per garantire maggiore stabilità. Un’altra soluzione richiede l’uso di magneti ma solo nel caso in cui il piccolo bouquet sia leggero. In genere, i fiori dello sposo devono coordinarsi con quelli della sposa ma oggi, si opta per un complesso che si ispiri allo stile e al colore della sposa ma utilizzi fiori diversi.

I fiori più utilizzati per il bouquet dello sposo sono:

ROSA: è impreziosita con un rametto di edera verde e gipsophila bianca. Si sceglie la rosa bianca per l’amore eterno, la rossa per la passione e insieme questi due colori indicano l’unità. Mentre la rosa gialla esprime la promessa di un nuovo inizio.

GAROFANO: è poco costoso e viene indossato senza vegetazione o abbellimenti. Il bianco e il rosso sono i più comuni.

CALLA: simboleggia la purezza di cuore ed è disponibile in decne di sfumature e toni.

TULIPANO: rappresentano l’amore perfetto, sono economici e disponibili in tanti colori

ORCHIDEA: la versione più piccola è detta “Singapore”, quella più grande “Phalenopsis”. E’ disponibile in qualsiasi stagione.

GARDENIA: è il fiore insieme alla rosa più utilizzato ed è sempre di colore bianco.

ORTENSIA: sono tanti piccoli fiori a cespuglio di tanti colori e toni.

Le boutonniere possono essere composte anche con edera, felci, erbe,foglie,gipsophila, rosmarino e timo. Tra gli abbellimenti vengono spesso usate anche bacche, cannella, lavanda e ramoscelli.

Elena Sofia Nuzzo Wedding Planner& Designer