Come prima cosa vorrei farvi una distinzione tra partecipazioni e inviti. Le prime sono il biglietto da visita del vostro “wedding day”, infatti hanno lo scopo di annunciare le nozze ad amici e parenti. Se vogliamo che il destinatario sia presente solo ed esclusivamente alla cerimonia gli manderemo unicamente la partecipazione, altrimenti se desideriamo che sia presente anche al ricevimento gli spediremo anche l’invito.

SE L’ANNUNCIO E’ DATO DAI GENITORI DEGLI SPOSI

Le partecipazioni devono essere fatte con: il nome e il cognome dei genitori della sposa sulla parte sinistra mentre quelli dello sposo sulla destra.Poi potete continuare con l’annuncio standard ovvero: “sono lieti di annunciare il matrimonio della figlia con il nome completo dello sposo”. Sotto, centrale, va il luogo e la data della cerimonia e in fondo a sinistra gli indirizzi degli sposi da nubili.

SE L’ANNUNCIO E’ DATO DAGLI SPOSI

Vanno posti i nomi dei due sposi in alto, a sinistra lo sposo e a destra la sposa; nella parte centrale data e luogo della cerimonia e sotto a sinistra l’indirizzo dello sposo mentre a destra quello della sposa. Le partecipazioni vanno spedite almeno due mesi prima.

La linea grafica dev’essere scelta ovviamente in base allo stile dell’evento:

  • CLASSICHE: a libretto o cartoncino semplice in carta color avorio o bianca e stampate con inchiostro seppia o grigio;
  • ECOLOGICHE: in carta riciclata, magari impastata con petali di rosa;
  • ANTICATE: in carta pergamena naturale con fermaglio dorato o in ceralacca rossa;
  • ROMANTICHE: con ghirlande di fiori e cuori.

Il carattere ovviamente, dev’essere sempre chiaro e leggibile, il metodo “a rilievo” è tra i più preziosi e antichi. Per quanto riguarda il colore dell’inchiostro potete optare per : nero, seppia, grigio scuro e blu.

Elena Sofia Nuzzo Wedding Planner & Designer