FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Wedding Planner a Bologna, Lecce e provincia
+39 347 639 9664

Skip to Content

Blog Archives

I TIPI DI TESSUTO PIU’ COMUNI NEGLI ABITI DA SPOSA

Scegliere il vostro abito da sposa è e sarà sempre un momento molto importante della vostra vita, perchè quando sarete lì, tra i vari abiti che dovrete provare, vi renderete conto che non è poi tutto un sogno ma è la vera e pura realtà.

Non tutte le spose sanno precisamente che tipo di abito desiderano per le loro nozze, quindi non sanno quale modello cercare o il tessuto con il quale deve essere realizzato l’abito.

Perciò, con questo articolo vorrei esservi d’aiuto elencandovi quali sono gli 8 tessuti più comuni e più scelti dalle spose per il loro abito.

CADY:

Tessuto in fibra di lana o di seta di media pesantezza, ha una trama opaca al dritto e lucida al rovescio è adatto ad abiti dalla linea scivolata perché cade bene.

GEORGETTE:

Tessuto prezioso che può essere di seta, cotone o fibre artificiali se non addirittura sintetiche ha una consistenza crespa.

TULLE’:

Tessuto rado e trasparente formato da fili molto sottili lavorati a rete può essere in seta cotone o fibre sintetiche, viene impiegato non solo per confezionare abiti e principalmente il velo della sposa, ma nella sua versione sintetica viene usato anche per allestire gli spazi del matrimonio.

ORGANZA:

Tessuto leggero in seta o fibre sintetiche dalla caratteristica lavorazione opaca nel dritto e lucida nel rovescio, ed il suo costo non è molto alto.

DUCHESSE:

Tessuto in raso liscio e pesante in seta o cotone di aspetto lucente.

TAFFETA’

Tessuto liscio in seta a struttura molto serrata, quasi rigida e può essere anche stampato.

RASO O SATIN:

Trama di tessuto pesante, molto liscio e lucido, può essere sintetico, di seta o rigido.

MIKADO E SHANTUNG:

Tessuti derivati dalla seta ottenuti con la sovrapposizione di più strati, sono molto preziosi e pesanti, vengono utilizzati per abiti dalle linee geometriche dove è necessario mantenere la forma.

Spero di esservi stata d’aiuto, a fornirvi un piccolo punto di partenza dal quale poter iniziare per scegliere quello che sarà il vostro abito.

Alla prossima con un altro articolo per voi!

Elena Sofia Nuzzo Wedding Planner & Designer

READ MORE

L’ABITO DELLO SPOSO

Fin’ora vi ho sempre parlato di ciò che riguarda la sposa, come abito, trucco e acconciature. Ma questo articolo vorrei dedicarlo interamente alla figura dello sposo e alla scelta del suo abito. Non sarà mai difficile quanto quella della sposa ma a volte anche voi vi trovate spaesati e non sapete da dove cominciare, così in questo articolo potrete trovare delle dritte da seguire per scegliere l’abito che più si adatti alle vostre esigenze.

TIGHT

E’ adatto per la cerimonia che si svolge prima delle 18; in seguito generalmente si usa il frac. E’ definito il classico abito da cerimonia ed è costituito da:

  • Giacca: nera o antracide corta davanti e con due code dietro;
  • Pantaloni: a taglio dritto con pinces, di colore grigio o gessato , senza risvolti inferiori;
  • Gilet: di colore grigio perla.;
  • Camicia: solo e sempre bianca, con polsino a “gemello”, colletto bianco ben stirato con punte ripiegate.

Gli accessori consigliati con il tight sono:

  • Cravatta: ascot con spilla;
  • Calze: lunghe color nero o antracide;
  • Scarpe: di pelle nera opache;
  • Guanti: di camoscio, se è inverno e devono essere tolti all’ ingresso della Chiesa;
  • Cilindro: color grigio chiaro, che deve essere tolto all’ingresso della Chiesa;
  • Occhiello: inserire lo stesso fiore del bouquet della sposa.

MEZZOTIGHT

A differenza del tight, molto rigoroso e formale, il mezzo tight viene definito un abito più comodo. Esso è composto da:

  • Giacca: nera o antracide, senza code;
  • Pantaloni: a taglio dritto con pinces, di colore grigio o gessato e senza risvolti inferiori;
  • Gilet: di color grigio perla;
  • Camicia: solo e sempre bianca, con polsino a ” gemello”, colletto rigido e ben stirato con punte ripiegate.

Gli accessori consigliati sono:

  • Cravatta: ascot con spilla;
  • Calze: lunghe nere o antracide;
  • Scarpe: in pelle nera opache;
  • Occhiello: inserire lo stesso fiore del bouquet della sposa.

SMOKING

E’ un abito formale da sera, costituito da:

  • Giacca: nera a mono o doppio petto. Si distingue dalle altre grazie al satin di seta, che conferisce lucentezza ai risvolti. Solo in estate si può concedere una giacca bianca. Per quanto riguarda i tessuti, si va dalla lana alla vignola, all’alpaca o al twill;
  • Pantaloni: neri e assolutamente senza risvolto. Si contraddistinguono per una sottile banda di raso nero applicata lungo le cuciture su entrambe le gambe dalla vita all’orlo. Sono privi di passanti per la cintura, in quanto lo smoking è tenuto su da un paio di bretelle sottili;
  • Gilet: nero( anche in caso di giacca bianca) e serve a nascondere le bretelle;
  • Camicia: rigorosamente bianca, di cotone o lino a maniche lunghe. Ha i polsini da moschettieri che vanno risvoltati verso l’esterno e chiusi con dei gemelli, i bottoni o di madreperla o di gioiello e sempre visibili. Il colletto deve essere invece ribattuto verso il basso.

Gli accessori consigliati sono:

  • Papillon: di seta o raso nero, annodato a mano;
  • Scarpe: Oxford, stringate e lisce, lucidate a specchio e senza applicazioni;
  • Calze: nere e lunghe al ginocchio, di seta, sottili e senza disegni;
  • Fazzoletto da taschino: di lino bianco, può spuntare dalla tasca superiore della giacca;
  • Soprabito: cappotto o soprabito grigio ferro o nero.

Elena Sofia Nuzzo Wedding Planner & Designer

READ MORE

L’ABITO DA SPOSA, QUELLO GIUSTO

AD OGNI SPOSA IL SUO!

La scelta dell’abito è sempre un momento cruciale per ogni sposa. Perchè tutte noi abbiamo o meglio immaginiamo quello che vorremmo ma ogni volta trovarlo è un vero problema. Giriamo negozi su negozi alla ricerca dell’abito giusto ma il più delle volte la ricerca risulta essere molto difficile. Perchè la scelta del vostro abito deve essere “AMORE A PRIMA VISTA” . In questo articolo, quindi, vorrei aiutarvi nella scelta, descrivendo l’abito più adatto per ogni sposa.

Per chi ha una bella linea, ama uno stile romantico ed elegante e ha delle belle spalle non necessariamente magre, l’ideale sarebbe l’ ABITO A SIRENA : aderente sui fianchi, si stringe all’altezza delle ginocchia e si allarga notevolmente in basso. Adatto a chi ha un fisico formoso e un fisico mascolino.

Per una sposa giovane, acqua e sapone; per chi vuole assomigliare a una dama di altri tempi oppure per chi vuole coprire qualche rotondità dalla vita in giù, l’ideale è un MODELLO DA BALLO: costituito da due pezzi, il bustino e la gonna stretta in vita e molto vaporosa in fondo.

Per la sposa che non ha particolari misure o ha misure abbondanti e vuole essere semplice ma al tempo stesso ricercata, l’ ideale sarebbe un MODELLO REDINGOTE: punto vita leggermente sotto il seno, si allarga sui fianchi e termina con un effetto a ruota stretta, può anche avere uno strascico molto importante. E’ caratterizzato da semplici linee geometriche, un unico pezzo costituito da un bustino a decollete o con bratelline e da una gonna che si apre con taglio svasato e geometrico. Ideale per le spose che hanno fianchi e vita molto pronunciati o sono molto basse.

Per una sposa in stato interessante o con forme mascoline che punta alla femminilità l’ideale sarebbe un MODELLO IMPERO: non ha un bustino, ma è costituito da una tunica ripresa sotto il seno e lasciata cadere morbida fino a terra. Sul seno è quasi sempre tagliato con linee dritte e quadrate mentre dietro è quasi sempre arricchito da un semplice strascico. E’ preferito da chi ha rotondità pronunciate grazie alle linee morbide e femminili.

Per una sposa moderna e trasgressiva che non rinuncia a tessuti preziosi e pizzi e per un matrimonio civile l’ideale sarebbe un MODELLO CORTO: sono corti fino al ginocchio o poco più in giù e sono impreziositi da pizzi e sete. Sono considerati un must have per i matrimoni civili e per eventuali seconde nozze.

Elena Sofia Nuzzo Wedding Planner & Designer

READ MORE
Translate »